malformalady:

Yili Apricot Valley, China. Every year, these rolling hills in Xinjiang explode into a puffy sea of pink and white. As the largest groves of apricots in the region, this flowering signifies the beginning of the fruiting season, while also transforming the landscape into something other-worldly.

malformalady:

Yili Apricot Valley, China. Every year, these rolling hills in Xinjiang explode into a puffy sea of pink and white. As the largest groves of apricots in the region, this flowering signifies the beginning of the fruiting season, while also transforming the landscape into something other-worldly.

(via ilventodidicembre)

Arrabbiata, delusa, illusa.

Ero pronta a gettar via la mia nuova vita per te. Sempre e solo per te.
Dopo tutto quel male, dopo la lontananza, dopo un anno… mi rivedevo ancora a sorridere tra le tue braccia.
Sei lo stesso di sempre, presente a intermittenza e bravo solo con le parole, io stupida idiota che penso tu possa cambiare, che noi potessimo continuare in qualche modo anche se è tanto che non siamo insieme.
Non ho bisogno di un ragazzo lontano, non voglio più una persona che si perde in chissà cosa, ho già tanti casini, non ho bisogno di altro a complicarmi la vita.

rabbia non cambi mai tu ... delusa arrabbiata illudersi illusa che cazzo

annamuniverse:

#husky #dog #loveit #love #muchlove #truelove #friend #ermejo #datemiunhusky #perfavore 😢😍💙🐕🐶🐾

annamuniverse:

#husky #dog #loveit #love #muchlove #truelove #friend #ermejo #datemiunhusky #perfavore 😢😍💙🐕🐶🐾

Poi mi dicono che non devo preoccuparmi, che avrò altre occasioni, però non sapete come ci si sente a fallire, a sentirti un continuo fallimento in tutto, col tuo ragazzo, con i tuoi genitori, con gli amici, ed ora ci mancava anche questo ad evidenziarlo, la bocciatura ad un esame importante, uno dei pochi che realmente dovevi e volevi passare…
Sono un fallimento per me stessa, non sono capace in niente è solamente questa la verità.

sono una delusione delusione vaffanculo rabbia ... tutte a me che cazzo nervoso meglio se non ci fossi

"Entrerò nei tuoi pensieri ogni tanto, probabilmente accadrà fino all’ultimo, come tutte le cose impossibili che si legano al vento che soffia nel cuore. Poi mi spegnerai per dedicarti alla tua realtà ma ci ritroveremo ancora in qualche sogno, in qualche flashback di passato che riaffiora dalle cose che fanno la ruggine e che scorgerai ancora brillante, come un anello che non ha perso mai la sua lucentezza iniziale a dispetto del tempo. Tu lo rimetterai al dito, per ripercorrere incontri, stazioni, aeroporti, magie. Ti scorrerò nelle vene in quel momento così forte da farti sembrare impossibile che io possa entrare come mare nel tuo corpo. Ti accorgerai che la bellezza fa male, che tutto ciò che è troppo forte spinge sul petto e può far soffocare, dilaniare la carne quando debole si è arresa a un facile addio. Siamo morti insieme senza saperlo, per questo vivremo ancora ognuno altrove. Le visioni si mescoleranno alla realtà e immagineremo adulti i bimbi mai avuti, cresciuti nel pensiero senza noi. Forse l’amore non basta, non si può stare bene insieme, non si può stare bene senza. Io sento che saremo felici comunque, perché se così non fosse non avremmo potuto scegliere di sopportare questa distanza. Ci aspetteremo in milioni di altri amori per smettere di aspettarci. Faremo l’amore con corpi senz’anima per scambiarcela ancora una volta. E io realizzerò tutti i miei sogni, tutti quelli per cui basterà il mio impegno e mi mancherai accanto, quando stupidamente mi volterò fra la folla sperando di vedere il tuo sorriso illuminare di presenza un giorno disperato."
- Massimo Bisotti (via respingersi)
"I momenti in cui ti accorgi che a tutto il resto potresti rinunciare mentre lei la vorresti sempre con te, che saresti pronto a farti un po’ addomesticare, non troppo, ma abbastanza da capire finalmente che se hai paura di amare qualcuno è proprio con quel qualcuno che devi stare…"
- Massimo Bisotti, Il quadro mai dipinto (via septeline)
"Lasciarsi e poi dimenticarsi, lasciarsi e ricordarsi sempre.
La sostanziale differenza fra il superfluo e l’essenziale è che il superfluo passa e si cancella, mentre l’essenziale rimane e si ripresenta davanti anche le volte che proviamo a lasciarlo indietro. Perché che il meglio debba sempre arrivare ce lo raccontiamo per evitare la brutta sorpresa di comprendere che il meglio a volte semplicemente ce lo siamo lasciato scappare, senza mai capire davvero perché."
- Massimo Bisotti, Il quadro mai dipinto. (via no-one-tells-me-who-i-love)